Blog

B&B con bonus vacanze nel Salento

Il decreto “Rilancio” ha dato a tutte le persone con un ISEE inferiore a 40.000€ la possibilità di ricevere un contributo sconto che va dai 150€ ai 500€, a secondo del numero di componenti familiari. Dove si può spendere questo bonus vacanze? Non tutti sono attrezzati per riceverlo, sicuramente lo potranno riscuoterlo le vere strutture ricettive.  E noi siamo un B&B con bonus vacanze nel Salento. Approfitta per utilizzarlo fino al 31 dicembre 2021.

 Quale B&B con bonus vacanze scegliere nel Salento

Nella meravigliosa terra salentina, il B&B Casa di Anita è pronta a ricevere tutti i turisti che vogliono spendere il proprio Bonus Vacanze. Tutto sarà gestito da noi, una volta che voi avrete ottenuto il vostro voucher attraverso l’utilizzo dell’APP IO. Basta scaricarla e fare il Log-in tramite SPID. Sin da subito abbiamo ricevute tante chiamate per capire come fare, ed è per questo che abbiamo deciso di darvi qualche informazione in più per capire come fare e perchè scegliere il nostro B&B con bonus vacanze. Basta chiamarci e vi supporteremo in tutto il processo di richiesta e consumo del bonus vacanze. Ricordatati che puoi usarlo solo fino al 31 dicembre 2021!

Perché quindi scegliere noi?

Perché il nostro B&B Casa di Anita ha una posizione strategica: posizionato nel cuore del Salento, dà la possibilità di decidere ogni mattina quale spiaggia scegliere e trovare un mare calmo e sabbia splendida. Chi viene in vacanza nel Salento deve sapere che il vento è fondamentale nello scegliere il versante (Ionio o Adriatico) sul quale andare a tuffarsi in un’acqua cristallina. A tal proposito abbiamo, se vuoi sapere il perché ti consigliamo di leggere il nostro articolo su i 10 consigli per una vacanza top nel Salento. Se poi hai bisogno di sapere quale lido nel Salento scegliere a seconda delle tue esigenze, non puoi far altro che leggere proprio l’articolo sui Lidi in Salento.

Come funziona il bonus vacanze?

Dopo aver scaricato l’app IO ed aver effettuato l’accesso con SPID, bisogna selezionare la sezione “pagamenti” in basso a sinistra. In questa sezione bisogna cliccare su “Bonus e sconti” e successivamente cliccare su “Bonus Vacanze“. Nella schermata successiva, basta cliccare sul pulsante “Richiedi Bonus Vacanze” ed il gioco è fatto. Bisogna poi aspettare la risposta da parte del sito INPS e Agenzia dell’Entrate che verificheranno che abbiate tutte le carte in regola per ricevere il bonus. Dopo aver avuto esito positivo, dovete solo accettare il bonus vacanze entro 15 giorni dalla data di emissione. Ve lo ritroverete poi nella sezione “Pagamenti“.

B&B con bonus vacanze

Quanto vale il bonus vacanze?

L’ammontare del bonus varia a seconda dei componenti del gruppo familiare. Se al tuo nucleo familiare appartieni solo tu, riceverai 150€ come bonus vacanze; se il nucleo è composto da te ed un’altra persona (2 in tutto) allora riceverai 300€; infine, se il nucleo è composto da te e da 2 o più altre persone (in tutto 3 o più persone) allora riceverai 500€. Quest’anno il bonus è anche cedibile. Quindi se conoscete qualcuno che non intende utulizzarlo, potete utilizzarlo voi!

Come pagare il nostro B&B con bonus vacanze

Quando ci contatterete per prenotare la vostra vacanza nel Salento, vi chiederemo semplicemente il vostro codice fiscale e il codice sconto generato dall’app IO nella sezione “Bonus Vacanze”. Se ad esempio siete una famiglia composta da 4 persone, il vostro bonus sarà di 500€, ma non tutte potranno essere usate per pagare la nostra struttura. Perchè? Il bonus vacanze prevede di pagare le strutture ricettive con l’80% del bonus, il restante 20% dovrà essere detratto dalla vostra dichiarazione dei redditi nell’anno 2022.

Attivazione del bonus vacanze

Facciamo un esempio di come utilizzare il bonus vacanze

Siete una famiglia di 4 persone, quindi il vostro bonus vacanze sarà di 500€. Il vostro soggiorno presso il nostro B&B Casa di Anita avrà un prezzo, ad esempio, di 1.000€. Voi userete il vostro bonus per un valore dell’80% (ossia 400€). Quindi infine pagherete soltanto i restanti 600€, invece dei 1.000€ totali. Il prossimo anno detrarrete poi il restante 20% del bonus (ossia 100€) dalla vostra dichiarazione dei redditi 2021.

La vostra vacanza inizialmente di un costo di 1.000€, vi verrà a costare solo 500€ grazie al nostro B&B con bonus vacanze. E guardate un poco cosa vi aspetterà…

Cosa aspetti allora?

Chatta con noi

Lidi in Salento: quali scegliere per le vostre esigenze

Lidi in Salento

Non è certo facile scegliere i Lidi in Salento, essendo una penisola con ben più di 200 km di spiaggia. Ce ne sono di svariati, per ogni esigenza: quelli trend per i più giovani dove si balla e si beve, quelli con ristoranti e bar attrezzatissimi per soddisfare ogni languorino, quelli per famiglie dove i bambini possono essere lasciati liberi di scorazzare e divertirsi.

Come scegliere i Lidi in Salento?

Come sceglierli? Tranquilli, li abbiamo provati noi per voi e lo abbiamo fatto sia girandoli come coppia che come famiglia con al seguito due pesti che amano tuffarsi nel mare del Salento, dai mille colori, sempre cristallino e sempre calmo. Sì, ho detto sempre calmo! Vi chiederete come sia possibile avere un mare sempre calmo. Il mare del Salento lo è. Vi spiego subito il perché. Essendo una penisola, il Salento si affaccia sul mare Adriatico e sul mar Ionio. Questo permette, a coloro che vogliono trascorrere una vacanza piena di relax, di alzarsi la mattina e controllare il vento. Quale vento soffia? Se soffia la Tramontana (il vento da Nord), allora si va al mare sullo Ionio: Porto Cesareo, Gallipoli, Ugento. Se soffia lo Scirocco (il vento da Sud), si va sull’Adriatico: San Cataldo, Torre dell’Orso, Otranto. Per controllare il vento ogni giorno vi consigliamo il sito windy.com

Lidi in Salento sullo Ionio

Partendo dal Nord Salento per poi scendere lungo il tacco d’Italia il primo lido che troviamo è situato nella famosa località di Punta Prosciutto, poi scenderemo verso Porto Cesareo, passeremo per Gallipoli per finire a Marina di Pesculuse.

Il Baron Beach di Punta Prosciutto

Questo è un lido ottimo per le famiglie con bambini, la spiaggia non è immensa e quindi i più piccoli sono facilmente controllabili. Dotato di due bar, uno in pineta e l’altro sul mare, ha ombrelloni grandi con sedie a sdraio. Ottima la passerella tra gli ombrelloni che ti permette di non scottarti i piedi quando la sabbia è incandescente, nelle ore più calde della giornata. Con quale vento andare? Con la Tramontana, o comunque venti da Nord, è il luogo ideale. E’ situato nella famosa Punta Prosciutto, guada dove si trova.

Lido Tabù a Porto Cesareo

Il Lido Tabù di Porto Cesareo è uno dei lidi in Salento più alla moda. Non a caso il nome completo è Lido Tabù Fashion Beach. Se ami i cocktail in spiaggia da sorseggiare sotto l’ombrellone con il tuo partner o con i tuoi amici, se ti piace la musica e il divertentismo devi andare puoi almeno una volta nella vita in questo lido. Presenti sia il bar prima di entrare in spiaggia che un bar nello stabilimento, attrezzato con un ottimo ristorante e self-service. E’ facile trovare, soprattutto nei mesi di Giugno e Luglio, i VIP più famosi: calciatori, modelle, attori. Tutti qui per gustare le bellezze del Salento. Con quale vento andare? Con la Tramontana, o comunque venti da Nord, diventa incantevole.  Guarda dove si trova.

Holiday Beach a Rivabella di Gallipoli

L’Holiday Beach sulla famosa spiaggia di Rivabella a Gallipoli è il luogo ideale per famiglie con bambini. Il mare ha il fondale basso, ottimo anche per i più piccolini. Lido super attrezzato, ombrelloni distanziati e bar fornitissimo. Preparano anche piatti caldi come primi e secondi di mare. Un lido per tutte le stagioni avendo una bellissima pineta alle spalle, usata anche per trascorrere la Pasquetta. Nelle giornate afose è bello farsi una pennichella tra gli alberi di pino, facendosi coccolare dal canto delle cicale. CONVENZIONE   Con quale vento andare? Con il Levante, o comunque venti da Est, troverai sempre un mare cristallino. Guarda dove si trova.

Le Cinque Vele a Marina di Pesculuse

Per chi vuole trascorrere una giornata in uno dei lidi in Salento Top, le Cinque Vele a Marina di Pesculuse è il massimo. Non è solo un lido con spiaggia, ombrelloni e mare. E’ molto di più. Partiamo dall’ampio parcheggio (a pagamento), per entrare in una distesa di prato inglese dove è bello anche rotolarsi. Il lido è super attrezzato, prenotabile online, ha un bar nell’area verde e un ristorante. Sempre nell’area antistante la spiaggia è possibile sostare nei privè o farsi bagnare dalle docce vaporizzate (da cui i bambini non riescono a staccarsi). Entrati nella spiaggia si può scegliere che posto prenotare, se family o premium. Alla fine della giornata la doccia calda è gratis con bagni pulitissimi. Un pò più costoso degli altri lidi, ma ne vale la pena! Con quale vento andare? Con la Tramontana, o comunque venti da Nord, potrai dormire sulla riva con il mare calmo che ti coccolerà. Guarda dove si trova.

Lidi in Salento sull’Adriatico

Questa volta per proseguire il nostro viaggio nei Lidi in Salento sull’adriatico facciamo il giro del tacco, lasciamo la baia dove approdò Enea in fuga da Troia e risalendo da sud a nord ci fermiamo ai Laghi Alimini, nella florente Torre dell’Orso e a San Cataldo, il mare degli abitanti di Lecce città.

Lido Acqua Chiara vicino ai Laghi Alimini

Il Laghi Alimini sono una famosa località salentina. A volte si pensa che chi va al mare agli “Alimini” stia andando sul lago, ma non è cosi. E’ vero, i laghi ci sono, ma sono nell’entroterra. La zona, invece, è piena di spiagge stupende con sabbia cristallina. E’ proprio qui che siamo andati con le nostre due pesti perché arrivarci è molto molto bello. Sulla litoranea si trovano tanti parcheggi, tutti a pagamento, molto forniti e comodissimi perchè ognuno offre il servizio navetta gratuito. Lasciato il parcheggio, bisogna dirigersi nel bosco che deve essere attraversato per arrivare sul mare. Ci sono due modi per farlo: con la navetta del lido oppure a piedi godendosi il paesaggio mozzafiato (giusto 5 minuti di camminata). Il lido è molto bello, davanti agli ombrelloni c’è un’ampia spiaggia dove i bambini possono giocare prima di tuffarsi in acqua. Il fondale è poco profondo per molti metri, quindi ideale per i più piccoli. L’acqua è chiara, proprio come il nome del lido. Un bar fornitissimo anche di primi e secondi piatti. Con quale vento andare? Con il Ponente, o comunque venti da Ovest , potrai rilassarti nel mare azzurro e trasparente come l’acqua. Guarda dove si trova.

Lido La Cueva a Torre dell’Orso

Torre dell’Orso è una delle località più visitate del Salento. La spiaggia è molto ampia e piena di lidi. Noi ne abbiamo visitato qualcuno e vi possiamo suggerire il lido La Cueva. Un lido facilmente raggiungibile dalla piazza del paese, vicino alla famosa gelateria Dentoni dove conviene assaggiare un ottimo gelato salentino. Il lido ha un piccolo bar e gli ombrelloni sono molto vicini alla spiaggia. Vicino al lido tanti divertimenti per chi vuole cimentarsi con il bananone sull’acqua o chi vuole fare parasailing (il paracadute attaccato alla barca) o chi vuole vedere il relitto di un galeone… Con quale vento andare? Con il Libeccio, o comunque venti da Sud, potrai trascorrere la giornata in uno dei mari più belli d’Italia. Guarda dove si trova.

spiaggia salentine
Lido La Cueva – Torre dell’Orso

Lido Mancarella a San Cataldo

Il Lido Mancarella è uno dei primi lidi in Salento. A due passi dall’oasi naturale delle Cesine, è facilmente raggiungibile grazie alla sua posizione sulla litoranea adriatica. Il lido è attrezzatissimo, sdraio e ombrelloni, giochi per bambini, bar e ristorante dove si possono gustare le tipiche specialità salentine di terra e di mare. Non lasciatevi sfuggire l’occasione di assaporare il caffè salentino, ossia il caffè in ghiaccio con il latte di mandorla. Gustatelo la mattina presto con il sole che vi lambisce gli occhi, posate lo sguardo verso oriente, verso il mare e se siete fortunati nelle giornate in cui non vi è foschia potrete vedere le montagne albanesi. Personale disponibilissimo, soprattutto con le famiglie con bambini. Se volete trovare un leccese doc, è qui il posto giusto visto che la maggior parte dei cittadini leccesi è solita frequentare il lido. Con quale vento andare? Con il Libeccio, o comunque venti da Sud, potrai trascorrere la giornata all’insegna del relax. Guarda dove si trova.

Dove alloggiare nel Salento

Dopo aver letto questo articolo, avrete compreso che per vivere appieno il Salento non bisogna alloggiare vicino al mare. Questo perché se prenotate una settimana a Porto Cesareo e soffia sempre lo Scirocco o comunque un vento da Sud, la vacanza è rovinata non potendo andare al mare perché sporco e ventoso.

Per questo motivo il nostro B&B Casa di Anita è situato in una posizione strategica, al centro della penisola Salentina. Ogni giorno, potrete leccarvi il dito, come facciamo noi salentini, per capire il vento che soffia e decidere dove andare a godervi la vostra giornata di sole e mare. Abbiamo camere per tutte le esigenze, sia per coppie che per famiglie per bambini.

Che aspetti,

Prenota o Fai un preventivo

Vacanza in Coppia? Scegli il Salento

State pensando ad una Vacanza in Coppia per l’estate 2020? Volete trascorrere un soggiorno indimenticabile per festeggiare un compleanno o un anniversario? Il Salento allora è la meta perfetta!

Ecco i nostri consigli per vivere una vacanza da sogno in Salento con il tuo partner in tutta intimità.

Vacanza in Coppia in Salento: cosa fare

Abbiamo selezionato per voi un percorso da fare nel Salento durante una Vacanza in Coppia estate 2020. Naturalmente prima di proporvelo lo abbiamo provato sulla nostra pelle ed è stato sensazionale.

Passeggiata romantica nel centro storico di Lecce

Il centro storico di Lecce è un gioiellino da scoprire mano nella mano con il vostro partner. L’atmosfera barocca con i suoi dorati colori vi lascerà a bocca aperta. Lecce è ricca di arte e storia, piena di particolari raffinati ed eleganti. Una passeggiata romantica nel centro storico di Lecce vi riserverà emozioni indimenticabili per la vostra vacanza in coppia! Vi consigliamo una sosta golosa presso la rinomata gelateria Natale per gustare il miglior gelato di Lecce.

Vacanza in Coppia
Il duomo di Lecce

La costa salentina, sia il versante ionico che adriatico, lascia tutti a bocca aperta. In Salento vi sono paesaggi da togliere il fiato: il profumo inebriante del mare con le diverse sfumature di blu e le tinte dorate della finissima sabbia. Vivrete momenti da sogno nella vostra vacanza in coppia!

Nella terra del sole, del mare e del vento, a seconda del vento che soffia potrete scegliere di farvi coccolare da limpide acque e passeggiare in riva al mare. Da salentini vi consigliamo sempre di “sentire” il vento e poi decidere se andare sullo Ionio o sull’Adriatico, come abbiamo spiegato in questo articolo.

Il Mar Jonio

La costa Jonica vi sorprenderà se soffia il vento di tramontana. Vi attenderanno lunghe spiagge dorate caratterizzate da sabbia finissima e un mare cristallino. Una piscina naturale! Imperdibili sono Porto Cesareo, l’Isola dei Conigli e Torre Lapillo. Queste sono state nominate tra le 10 spiagge più belle al mondo secondo il The Guardian e non potete non farvi una capatina nella vostra vacanza in coppia.

Pochi sanno che a Porto Cesareo vi è un’isola a forma di cuore. Si trova davanti al lido Tabù Fashion Beach e lido Le Dune, i lidi dei vip.

Vacanza in Coppia
L’isola a forma di cuore di fronte a Lido Tabù

Concediti una passeggiata mano nella mano nella rinomata Pescoluse e le Maldive del Salento, a Torre Vado con il suo lungomare suggestivo, a Torre San Giovanni, a Lido Marini, a Mancaversa. A Gallipoli ti consigliamo un’intera giornata rilassante immersi nello spettacolo naturalistico di Punta della Suina. A Santa Maria al Bagno, invece, troverete un mare cristallino con tante insenature e comode discese. Nelle vicinanze vi è anche Santa Caterina, un piccolo gioiello dall’atmosfera raffinata ed eleganti.

Un discorso a parte merita Porto Selvaggio, una delle mete più suggestive del Salento. Porto Selvaggio si trova ad un chilometro da Santa Caterina, tra Porto Cesareo e Gallipoli. E’ un parco naturale con una pineta che circonda la spiaggia di ghiaia e ciottoli. L’insenatura è particolare in quanto nella baia arriva direttamente a una corrente di acqua fredda e dolce. A Porto Selvaggio potrete godere di un panorama da cartolina.

Il Mar Adriatico

E se soffia il vento di Scirocco? Si cambia versante!

La prima tappa da fare sulla costa adriatica è sicuramente San Foca con la sua Grotta degli Amanti, imperdibile per il vostro vacanza in coppia. Secondo la leggenda qui morirono annegati due giovani amanti abbracciati, ma oggi chi si bacia in quelle acque vivrà per sempre insieme. Immancabile è Torre dell’Orso, un paradiso con larghi tratti di spiaggia e alte scogliere. Qui splendono due splendidi faraglioni poco distanti dal mare: le due Sorelle.

Vacanza in Coppia
Le due Sorelle a Torre dell’Orso

Se volete lasciarvi incantare da un’atmosfera davvero romantica, dovete assolutamente andare ad Otranto per vedere l’alba dal punto più orientale d’Italia, ai Laghi Alimini e alla Baia dei Turchi.

Per i più coraggiosi consigliamo un tuffo nella meravigliosa Grotta della Poesia a Roca Vecchia. Uno spettacolo sublime! Sapete perché si chiama così? Secondo un’antica leggenda, una principessa bellissima andava spesso qui a fare il bagno e aveva attratto numerosi poeti, divenendo pertanto musa ispiratrice di poesie.

Vacanza in Coppia
Il meraviglioso mare del Salento – Grotta della Poesia

La Grotta della Poesia non è l’unica grotta che merita una giornata di pieno relax con il vostro partner. Favolosa e romantica è anche la Grotta della Zinzulusa a Castro Marina. Sorprendi il tuo partner prenotando una stupenda gita in barca. E’ una bellissima emozione di coppia!

Romantico soggiorno in un nuovissimo B&B in Salento vicino Lecce: il B&B Casa di Anita

Se avete voglia di tornare a casa con un bagaglio di paesaggi naturali incantevoli vi consigliamo di soggiornare in una posizione strategica nel Salento vicino Lecce. Riservatevi un soggiorno di coppia emozionante e indimenticabile nel nostro B&B Casa di Anita vicino il centro storico di Lecce per la vostra vacanza in coppia.

Soltanto soggiornando nel cuore del Salento potrete scoprire ogni giorno uno spettacolo naturalistico diverso scegliendo la meta in base al vento che soffia. Per una vacanza all’insegna del relax, il B&B Casa di Anita diventa la soluzione ideale per visitare il Salento in lungo e largo. Di qui potrete scoprire non solo litorali da sogno, ma anche avventurarvi nell’entroterra del Salento, ricco di tradizioni enogastronomiche, arte e storia.

Abbiamo camere per tutte le esigenze e tutti i comfort per i nostri ospiti, che verranno coccolati sin dal primo risveglio con una colazione fatta di prodotti tipici locali fino alla notte nei comodi letti (come raccontano i nostri ospiti).

Prenota o Fai un preventivo

B&B vicino Lecce: 7 motivi per scegliere Casa di Anita

Se stai pensando di trascorrere qualche giorno a Lecce per vacanza o per lavoro, soggiornare in un B&B vicino Lecce è la soluzione ideale. Sai perché?

B&B vicino Lecce
Lecce a soli 5 minuti dal B&B Casa di Anita

1. Posizione strategica

Il B&B Casa di Anita è vicino il Campus Ecotekne Università del Salento e vicino la clinica Città di Lecce Hospital (1 km), vicino gli Istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), vicino la Clinica Villa Verde, vicino il Laboratorio Nazionale di Nanotecnologie NNL. D’estate, ogni giorno puoi scegliere una spiaggia o una città diversa. Stessa spiaggia stesso mare dopo qualche giorno annoia. Non sei d’accordo?

Il Bed and Breakfast Casa di Anita è vicino Lecce e a 2 minuti dalla tangenziale EST e OVEST che collega molti paesi del Salento. In pochi minuti si è a Gallipoli, Otranto, Torre dell’Orso, Santa Maria di Leuca. Il B&B è vicino Porto Cesareo. E’ quindi comodo sia per andare sulla costa Adriatica che sulla costa Ionica.

Puoi alzarti la mattina, vedere il vento che soffia e decidere in quale mare tuffarti!

Se tramontana ti consigliamo di andare sullo Ionio. Potrai farti un bagno nel mare caraibico di Porto Cesareo, Torre Lapillo, Torre San Giovanni, Lido Marini, Gallipoli, Punta della Suina, Santa Maria al Bagno, Santa Caterina, Porto Selvaggio.

Se soffia il vento di Scirocco, andrai sicuramente sulla costa adriatica: San Foca con la sua Grotta degli Amanti, Torre dell’Orso, Otranto, Laghi Alimini, Baia dei Turchi, Grotta della Poesia a Roca Vecchia, Grotta della Zinzulusa a Castro Marina. Puoi leggere ulteriori consigli sulle spiagge del Salento qui.

Un B&B nel Salento, al centro di tutto, è particolarmente adatto a coppie che vogliono girare in lungo e largo e scoprire ogni giorno un luogo diverso.

B&B vicino Lecce
Il mare caraibico del Salento. Tuffati a seconda del vento che soffia

2. Ottimo rapporto qualità-prezzo

Un B&B vicino Lecce ha dei costi più contenuto rispetto ad uno in centro. Ciò significa che puoi goderti qualche giorno in più di vacanza in coppia o con la famiglia e i bambini con lo stesso budget.

3. Parcheggio libero e gratuito

Nel centro storico di Lecce non si può circolare con l’auto. Arrivato nella città barocca, devi lasciare l’auto fuori da una delle tre porte di Lecce (Porta Napoli, Porta San Biagio, Porta Rudiae). In molte zone vicino al centro storico di Lecce il parcheggio è a pagamento. Davanti al B&B Casa di Anita vi è un ampio parcheggio libero. Lecce è a soli 3km! Pagherai quindi il parcheggio soltanto per il tempo della visita a Lecce e non tutto il giorno.

4. Colazione tutta salentina nel B&B vicino Lecce

La tua vacanza in Salento deve iniziare col piede giusto ogni giorno. Lasciati stupire dalla nostra colazione ricca di prodotti tipici del Salento. La mattina a tavola è un piacere scoprire la tradizione locale. Al B&B Casa di Anita al mattino vi svegliate con il profumo dei pasticciotti leccesi di ogni gusto, accompagnati dal tradizionale caffè in ghiaccio col latte di mandorla. Vi immergerete nella tradizione salentina grazie ai nostri consigli sui luoghi da visitare e le sagre organizzate.

 

 

Pasticciotto leccese
Pasticciotti leccesi di ogni gusto
B&B vicino Lecce
Marmellate fatte in casa

 

5. Percorso SPA e Relax a pochi passi

Il Salento non è solo mare. Lecce offre diversi modi per godersi il giusto relax e privacy. Noi proponiamo pacchetti benessere che includono soggiorno, colazione e percorso SPA. Il percorso include sauna, bagno turco, vasca idromassaggio Jacuzzi, piscina con cascata per cervicale, doccia emozionale, angolo tisaneria. Dura 90 minuti. La SPA è privata: solo voi all’interno! Scopri tutti i pacchetti disponibili qui.

B&B vicino Lecce con SPA
Percorso benessere vicino Lecce

 

B&B vicino Lecce con SPA
Il relax che ti meriti ogni giorno

6. Design

Il design del B&B Casa di Anita è stato curato nei minimi dettagli. Ti basta buttarti sul letto e alzare gli occhi. Scoprirai la tradizione locale ammirando la particolarità della struttura e delle camere. Nel B&B Casa di Anita abbiamo voluto risaltare le straordinarie volte a stella tipiche del Salento. Inoltre, nel giardino coloratissimo puoi rilassarti con il tuo partner davanti ad un ottimo vino del Salento. In struttura a disposizione degli ospiti il vino della cantina Conti Zecca.

B&B vicino Lecce
Volte a stella in tutte le camere
B&B vicino Lecce
Si brinda in giardino!

7. L’unico B&B vicino Lecce davvero family friendly

Il B&B Casa di Anita è la prima vera struttura family friendly. Il bed and breakfast è perfetto per vacanze in Salento con bambini. Diversi i servizi che offriamo gratuitamente alle famiglie con bambini. Mamma e papà possono rilassarsi già prima di partire. Come? Il nostro motto è VALIGIA LEGGERA! Prima di partire basta contattare la struttura ed elencare tutto ciò che serve per i piccoli viaggiatori. Fidatevi, dimezzerete il peso delle vostre valige! Clicca qui per scoprire ciò che forniamo gratuitamente ai vostri piccoli viaggiatori.

 

 

B&B vicino Lecce
Il primo vero B&B vicino Lecce family friendly

 

B&B vicino Lecce
Relax in giardino anche per i piccoli viaggiatori

 

Quando si sceglie di soggiornare in un Bed and Breakfast vicino Lecce significa scegliere una diversa tipologia di vacanza. Una vacanza sicuramente più dinamica che permette di esplorare il territorio.

Se anche tu sei una persona dinamica come noi, scegli il B&B Casa di Anita! Contattaci al 3298173629 per un preventivo e prenota subito.

Non vi pentirete della scelta!

Una settimana in Salento: 10 consigli per vacanze top

B&B vicino Lecce

Se quest’estate 2020 state pensando di trascorrere una settimana in Salento in coppia o con i bambini, ecco alcuni consigli di una famiglia salentina per scoprire meglio il Tacco d’Italia.

Tante persone ormai scelgono Lecce e dintorni come meta delle proprie vacanze estive. Tante bellezze naturali, tanta gastronomia e tanta tradizione popolare sono i veri motivi.

 

Una settimana in Salento
Il mare del Salento
Mare del Salento
Mare caraibico del Salento

Vivendo ad Arnesano, a soli 3 km da Lecce, siamo in una posizione strategica per poter girare tutta la penisola salentina. Da buoni salentini, cosa facciamo la mattina appena svegli quando vogliamo andare in uno dei mari più belli d’Italia? Alziamo il dito per capire che aria tira e solo così decidiamo su quale costa puntare il nostro ombrellone!

Il Salento è la terra bagnata dai due mari, lo Jonio e l’Adriatico, quindi per capire la spiaggia dove prendere la tintarella e tuffarsi nel mare caraibico basta farsi guidare dal vento che soffia! Di certo, una settimana in Salento non basta per vedere tutti i posti più belli. Per vacanze top vi consigliamo almeno due settimane.

Quale mare scegliere?

Soffia lo scirocco: andiamo sull’Adriatico

Ogni volta che soffia lo Scirocco noi scegliamo la costa Adriatica e andiamo a Torre dell’Orso: spiaggia libera davanti alla famosa gelateria Dentoni. Davanti a voi troverete le Due Sorelle: alte scogliere erose dal vento e dall’acqua che dominano la baia.

Dopo una giornata di sole potete portare le vostre piccole pesti nel bellissimo parco giochi “I giardini del Sole“, molto curato e pieno di verde. E se la fame si fa sentire vi consigliamo un’ottima pizza al metro nel ristorante adiacente al parco, servizio velocissimo e riciclo continuo.

Soffia la tramontana: andiamo sullo Ionio

Nei giorni in cui la Tramontana fa da padrona indirizzate la vostra bussola verso Porto Cesareo, meta Lido Tabù Fashion Beach. Con circa 30€ noleggiate 1 ombrellone e 2 sdraio di fronte ad uno dei mari più belli del Salento. Noi andiamo spesso lì in quanto il lido offre l’animazione e possiamo pranzato nel ristorante self-service che propone una varia scelta di piatti.

Porto Cesareo non è solo spiaggia, ma è anche possibile fare escursioni in barca per andare a visitare gli isolotti nei dintorni e magari trascorrere una giornata a contatto con la natura selvaggia. Tra le più conosciute ci sono l’Isola Grande, a forma di cuore, e Isola dei Conigli.

La sera vi consigliamo il ristorante Le Terrazze da dove è possibile ammirare un bellissimo panorama che ha come sfondo il porto. Per smaltire tutte le prelibatezze salentine, la passeggiata sul lungomare è un must. Le piccole pesti sono sempre contente di vedere tantissime barche, ma soprattutto la famiglia di paperelle che “alloggia” proprio nei pressi del porto. Prima di ritirarci a casa il dolce chiama, quindi per una buona dose di zuccheri concludiamo in bellezza la serata con un gelato a Dolci Tramonti.

Se trascorrerete una settimana in Salento, non fermatevi solo a Porto Cesareo. A pochi chilometri sorge Torre Lapillo, una piccola località di mare con tantissimi lidi. Il nostro lido preferito è il Lido Max (costo €25), un lido che fornisce tanto soprattutto per le famiglie. Per noi il tratto di costa che va da Porto Cesareo a Torre Lapillo è il più bello: mare limpido, sabbia finissima e acqua bassissima per molti metri, ideale per chi ha come noi due bambine piccole.

 

Una settimana in Salento
Torre Lapillo – Il posto per le famiglie nel salento

Quando andare in spiaggia nel Salento

Per chi ama il mare il miglior momento della giornata è il tramonto. Le spiagge si svuotano, il mare è una tavola cristallina e i colori del cielo sono fantastici. Spesso restiamo fino a tardi e poi andiamo a mangiare in qualche posticino del buon pesce. Il Ristorante Solaris a Torre Lapillo è una delle nostre tappe preferite, offre dell’ottimo pesce, cozze gratinate, polpo a pignata, frittura di calamari, gnocchi con vongole e gamberetti a prezzi contenuti. Inoltre sono molto disponibili con i bambini che possono mangiare anche una buona pizza.

Il dopo cena a Torre Lapillo è fatto di passeggiata tra le bancarelle per comprare la cupeta leccese, le mandorle fresche già sgusciate e cocco già tagliato a pezzi (a volte li compriamo anche sulla spiaggia dai venditori ambulanti). Infine non possono mancare le giostre sulla via principale.

Gli eventi nel Salento estate 2020

Chi vuol far trascorrere ai propri piccoli una serata indimenticabile è d’obbligo fare una capatina alla Notte Bianca dei bambini, nel Parco Urbano del Rione Riesci di Arnesano, un evento notturno che si ripete da 5 anni a luglio. Qui i bambini esprimono la loro creatività e magari scoprono il proprio talento. Ci sono diversi laboratori, tutti gratuiti: archeologia, scienza, composizione floreale, sicurezza stradale, manipolazione della creta, astronomia, orto botanico, letture animate. Anita quest’anno ha imparato a comporre un mazzo di fiori (che ha regalato alla mamma) e Ania ha piantato una piccola pianta di basilico in un rotolo di carta igienica.

Una settimana in Salento
La notte Bianca dei Bambini ad Arnesano

Le sagre nel Salento

A luglio e agosto vengono organizzati diversi eventi, sagre e feste popolari nel Salento. Impossibile partecipare a tutte. Ne abbiamo selezionate alcune del 2019 che trovate anche negli articoli “Eventi in Salento Luglio 2019” e “Eventi in Salento Agosto 2019

  1. Festa te la Uliata a Caprarica a fine luglio, organizzata da ActionAid. Quattro giorni di musica e degustazioni dedicate alla puccia salentina.
  2. Wine festival a luglio: enogastronomia e musica alla Cantina Vecchia Torre di Leverano, un paese che si trova tra Arnesano e Porto Cesareo. Un evento ormai alla decima edizione.

I veri protagonisti sono gli amanti del vino e dell’arte culinaria del territorio. Si possono degustare i vini Vecchia Torre, abbinandoli ai piatti tipici proposti. Ogni ospite sceglie con quale vino abbinare le proposte gastronomiche (panini con carne, pittule, arrosti di carne, pezzetti di cavallo al sugo, ecc…): Negroamaro, Primitivo, Vermentino o Chardonnay. Tutto accompagnato da musica tradizionale, pizzica e tanti prati verdi.

Bere e mangiare nel Salento

  1. BirraeSound Festival quest’anno sarà alla sua 16ª edizione e inizierà i primi di agosto. Oltre 100.000 persone. E’ il Festival Europeo della Birra più importante del Sud d’Italia. L’anno scorso c’era il concerto dei Sud Sound System. Oltre 100 tipi di birra, compresa quella locale prodotta dal birrificio Birra Salento visitabile gratuitamente nei giorni dedicati alle visite. Colpiscono sicuramente le loro simpatiche bottiglie “Pizzica”, “Taranta” e “Beggia” (che in dialetto significa “Bella”), in omaggio alla terra del Salento.

A completare la festa un grande parco giochi sia per grandi che per piccini, con tante giostre da provare.

  1. Mercatino del gusto a Maglie 1-5 agosto https://www.mercatinodelgusto.it/, dove si trovano svariati stand eno-gastronomici provenienti da tutta Italia.

Il Salento è la terra delle sagre, se ne trovano di tutti i tipi dalle più antiche a quelle nate qualche anno fa. Ma per parlare di sagre salentine forse non basterebbe un libro, quindi vi invitiamo a venire nel Salento alla scoperta dellu sule, lu mare e lu ientu e di tanti sapori da degustare e apprezzare nel pieno relax di una vacanza al sud.

Dove dormire nel Salento

Se cercate un B&B adatto a famiglie con bambini con tanti servizi a loro dedicati prenotate al B&B Casa di Anita. Nel cuore del Salento, a pochi minuti da Lecce, dall’Adriatico e dallo Ionio: al centro di tutto! Il nostro motto? Il relax di mamma e papà già prima della partenza. Vi aiuteremo a viaggiare leggeri!

Prenota o Fai un preventivo

 

Frisa salentina, il piatto tipico dell’estate

La Frisa salentina è il piatto tipico dell’estate salentina e delizia ogni palato. Viene servita ovunque, soprattutto nei bar, nei ristoranti e perfino nelle discoteche sulla spiaggia. Ma cosa è che fa innamorare i turisti e non della frisa?

Cosa è la Frisa salentina

La frisa salentina, o come viene chiamata da noi nel Salento friseddhra, non è altro che un grosso panetto di grano duro cotto, poi tagliato a metà e ricotto per farlo diventare croccante. Ne esistono di due tipi: la frisa di grano e la frisa di orzo. La scelta va fatta in base ai gusti, ma noi vi consigliamo di provarle entrambe. La frisa di grano diventa più morbida mentre quella di orzo resta più dura e croccante.

La frisa salentina
La tipica frisa salentina di grano o orzo

Come si prepara la Frisa salentina

La frisa è un piatto povero che si prepara davvero con poco. Per prima cosa immergi la frisa in una coppa piena d’acqua per farla “sponzare“, ossia ammorbidire. La durezza o morbidità della frisa dipende dai gusti e dalla frisa; quella di orzo va tenuta ammollo di più rispetto a quella di grano. Finita la fase immersiva, poggiala su un bel piatto e condiscila con il succo del pomodoro tagliato fresco.

Mi raccomando a non buttare le bucce, ma tagliuzzatele e mettetele sopra la frisa per mangiarle. Poi, fai una bella spruzzata di origano, aggiungi qualche foglia di basilico (sale se ne volete) e infine abbonda con l’olio extravergine di oliva obbligatoriamente salentino! Noi usiamo l’olio dell’azienda agricola Donna Oleria di Monteroni di Lecce.

Cena con frise salentine

A questo punto la frisa è fatta, basterebbero questi pochi ingredienti per gustarla appieno.

Come rendere più gustosa la Frisa salentina

La preparazione raccontata finora ci porta a gustare la tipica Frisa salentina. Ma ognuno di noi può arricchirla con qualunque ingrediente. Una variazione tipica è quella di aggiungere il tonno. Molto gustoso anche l’accompagnamento con formaggi, di qualsiasi tipo, che permettono di avere un mix gastronomico importante. Noi amiamo farla con i sottolii: olive, peperoni, melanzane, carciafi, capperi e chi più ne ha più ne metta.

La frisa salentina ha una storia centenaria, tanto che in molti paesi del Salento durante l’estate si svolgono le sagre intitolate proprio a questo piatto povero ma così ricco di storia da leccarsi i baffi.

Per rendere la cena a base di frise davvero top, abbinate un buon vino del Salento come il Rosato IGT o il Salice Salentino della linea Cantalupi della Tenuta Conti Zecca.

Cena con frise e vino salentino Conti Zecca

Ah prima di concludere vorremmo ricordarvi una cosa importantissima, forse la più importante della storia. La frisa va mangiata rigorosamente con le mani! Diffidate dalle imitazioni..

La frisa salentina al B&B Casa di Anita

Una tradizione perpetrata già dallo scorso anno e che ci piace ricordare a tutti i nostri clienti è quella di mangiare insieme una frisa nel giardino del B&B Casa di Anita. L’atmosfera rilassante del giardino, le luci soffuse, i giochi per intrattenere i bambini rendono la mangiata unica.

Le frise, rigorosamente provenienti dal forno di pietra di Arnesano, sono pronte ad essere condite con i prodotti della terra fatti da noi, come carciofi sottolio, pomodori di campagna, olio extravergine di oliva prodotto da olivi secolare.

La cena salentina al B&B Casa di Anita
La tipica mangiata di frisa salentina al B&B Casa di Anita

Siete pronti per una bella mangiata di frise? Basta prenotare una settimana e a tutto il resto pensiamo noi, voi dovete solo scegliere la camera in cui alloggiare.

Quindi che aspettate?

Prenota o Fai un preventivo

Come arrivare in Salento, tutti i mezzi di trasporto

Come arrivare in Salento

Non tutti sanno Come arrivare in Salento e quale è il miglior modo per visitare tutta la zona. Il Salento può essere considerato una regione nella regione, la Puglia. Si trova nel “Tacco d’Italia” con la sua capitale: Lecce. Il Salento è circondato per tre quarti dal mare e ha una costa che si estende per 220 km.

Ecco perché è chiamato la terra del sole, del mare e del vento, o come dicono i salentini “Salentu lu sule, lu mare e lu ientu”.

Come arrivare in Salento, la meta turistica per eccellenza

Ormai il Salento è diventato la meta turistica preferita non solo dagli italiani ma anche dagli stranieri negli ultimi anni. E’ il luogo ideale per trascorrere le vacanze estive perché accontenta tutti gli amanti del mare.

Da Otranto a Santa Maria di Leuca (sull’Adriatico) puoi tuffarti dalle bellissime rocce a picco sul mare, visitare grotte (come la Grotta della Poesia) e fenomeni carsici.

Sul versante Ionico, invece, si trovano spiagge ampie e finissime con acque basse e trasparenti che non hanno nulla da invidiare alla Sardegna. Porto Cesareo e Punta Prosciutto sono le spiagge top!

Se decidete di andare in vacanza in Salento vi consigliamo di rimanere in una zona centrale. Soggiornare in una posizione strategica significa poter girare tutta la provincia. In poco tempo potete raggiungere Lecce e i borghi nell’entroterra, ricchi di storia, tradizioni e sapori.

Come arrivare in Salento: i mezzi di trasporto

Il mezzo di trasporto più veloce per arrivare in Salento è sicuramente l’aereo.

I principali aeroporti della Puglia sono quelli di Bari-Palese e Brindisi Papola-Casale. L’aeroporto del Salento di Brindisi dista circa 40 km da Lecce, mentre l’aeroporto di Bari-Palese dista circa 180 km dalla capitale del Barocco.

Compagnie aeree come Easyjet e Ryanair  offrono collegamenti quasi ogni giorno da Bologna, Roma, Milano, Pisa, Torino, Treviso, Londra, Bruxelles, Barcellona, Eindhoven, Parigi e Stoccolma. Troverete sicuramente diverse offerte low-cost per raggiungere il Salento.

Comodi servizi navetta garantiscono il collegamento con il centro delle città di Lecce. www.aeroportidipuglia.it. La navetta vi lascerà presso l’Airport City Terminal all’ingresso Nord della città di Lecce.

Noi consigliamo di noleggiare un’auto – meglio prenotare online e ritirare sul posto – per poter essere liberi di girare in lungo e largo tutto il Salento, agli orari meglio comodi per voi. Potete noleggiare un’auto una volta arrivati all’aeroporto di Bari e Brindisi o direttamente a Lecce.

Purtroppo i mezzi di trasporto pubblici nel Salento sono pochi e non collegano benissimo Lecce con i paesi dell’entroterra come Maglie, Galatina, Nardò e le città sul mare come Gallipoli, Porto Cesareo, Punta Prosciutto, Torre Lapillo, Santa Maria Di Leuca, Santa Maria al Bagno, ecc…

Come arrivare in Salento
La mappa del Salento

Come arrivare in Salento in auto

In Salento si arriva comodamente con l’autostrada A14, che da Bologna arriva fino a Taranto, passando per Foggia e Bari. L’autostrada A16 collega Napoli a Canosa, con allacciamento alla A14. www.autostrade.it

A Bari basta lasciare l’autostrada e proseguire sulla superstrada gratuita a doppia carreggiata nei due sensi di marcia fino all’ingresso a Lecce. Se dovete andare sulle coste, prima di arrivare a Lecce imboccate la tangenziale ovest per raggiungere Gallipoli, Ugento o Porto Cesareo oppure la tangenziale est per raggiungere Otranto, Castro, Torre dell’Orso, San Foca e proseguire poi fino a Santa Maria di Leuca.

Come arrivare in Salento in treno

Se vi piace guardare distese di mare, campagne e i famosi ulivi salentini, Trenitalia garantisce collegamenti giornalieri verso il Salento con le principali città italiane. Vi consigliamo sempre di trovare un noleggio low lost di auto una volta arrivati alla stazione di Lecce.

Se volete vivere il Salento a 360° e girare da una spiaggia all’altra, vi consigliamo di cercare un alloggio nell’entroterra: i prezzi sono più bassi, la qualità alta rispetto alle marine e la posizione è strategica perchè a metà tra la costa ionica e adriatica. Prenotate la vostra vacanza al B&B Casa di Anita. Nel Cuore del Salento, ad Arnesano, a 3 km da Lecce, 15 da Porto Cesareo e 18 da Torre dell’Orso.

Lasciatevi ispirare nell’organizzazione del vostro viaggio in Salento dagli articoli del nostro blog “Salento da scoprire“.

Come arrivare in Salento
Salento
Come arrivare in Salento
La nostra camera TERRA

Pasqua 2020 nel Salento: Santa Maria di Leuca, Lecce e i Borghi Salentini

Volete un consiglio su dove trascorrere quest’anno la Pasqua 2020? Allora quale migliore occasione per farsi un bel viaggetto rilassante nel Salento. E quale miglior modo per ricaricare le energie se non tra le meravigle di questa terra incontaminata? Pronti allora per sognare la vostra Pasqua 2020 nel Salento?

Cosa vedere a Pasqua nel Salento

Nel primo articolo sulla Pasqua nel Salento vi abbiamo presentato le due città più rinomate della penisola salentina: Otranto e Gallipoli. Ora andremo a tuffarci più da vicino nei vicoli di Santa Maria di Leuca, Lecce e i famosi borghi salentini.

Santa Maria di Leuca de finibus terrae

Santa Maria di Leuca è una piccola frazione di Gagliano del Capo (in pochi lo sanno e pensano sia un comune a sè stante), il più a sud della penisola salentina, dove il mar Adriatico e il mar Ionio fondono le loro acque. Anche se per convenzione nautica questo punto ricade nel luogo dove nasce il faro di Punta Palascia a pochi chilometri da Otranto, la legenda vuole che sia proprio Santa Maria di Leuca a spaccare in due il Mediterraneo.

Ricca di strapiombi bianchi a picco sul mare, si pensa che il suo nome derivi dal greco leukós che significa proprio bianco.

Cattedrale di Santa Maria di Leuca de finibus terrae

Cosa visitare a Santa Maria di Leuca

Per visitare la famosa cattedrale Santa Maria di Leuca de finibus terrae bisogna accedere ad una ampia piazza che tanto ricorda le grandi piazze spagnole. Costruita intorno al 1720, la cattedrale sorge su un promontorio nel luogo in cui sorgeva il tempio di Minerva.  Trascorrere la Pasqua nel Salento significa spendere un giorn a Santa Maria di Leuca, una delle mete più gettonate perchè grazie al vento primaverile è piacevole passeggiare lungo le stradine che hanno una vista stupenda sull’unione dei due mari. Il vecchio Faro situato a pochi passi dalla cattedrale è il guardiano del mare, costruito lì per tener d’occhio Nettuno.

Altro punto di interesse da visitare in una giornata sono le ben 43 ville costruite nel 1800. Non tutte sono visitabili oggi, in parte perchè sono state abbandonate o completamente modificate. Visitanto quelle  accessibili si nota subito la caratteristica comune, ossia le costruzioni che permettevano di proteggere le signore dagli sguardi dei curiosi mentre si rilassavano a prendere il sole o a godersi un bagno fresco durante la calda estate.

Nei dintorni è sicuramente piacevole visitare i piccoli borghi del basso Salento come Specchia, Castro, Santa Cesarea Terme e Presicce.

Lecce la perla del Barocco

Negli anni ottante Lecce veniva definita la Firenze del Sud. Mai appellativo più sbagliato fu accostato alla bellissima capitale del Barocco. E’ impossibile farne un paragone proprio per l’architettura dominante nelle due città . La moltitudine di chiese forse è stata la scintilla che ha fatto scoccare questa similitudine ma se da un lato a Firenze regna lo stile rinascimentale dei vari Brunelleschi, Donatello, Botticelli, Michelangelo e Leonardo da Vinci, dall’altro a Lecce domina il Barocco.

Durante la vostra passeggiata nel centro storico, vi basta alzare lo sguardo per scorgere nelle posizioni più strane la facciata di una chiesa. Ce ne sono addirittura più di 30 in un raggio di quasi 3Km2.

Quasi tutte le chiese leccesi sono in stile barocco, ma la madre di tutte è la Basilica di Santa Croce. Impossibile fotografarne la facciata per intero visto che è situata tra i vicoli che caratterizzano il centro storico.

Basilica di Santa Croce a Lecce

E’ d’obbligo girovagare per questi vicoli, detti anche le giravolte perchè se non si sta attenti ci si può perdere senza nessun problema per la propria incolumità anzi con un soave beneficio per il vostro rilassamento, dato che sono pieni di cortili bellissimi e spesso aperti al pubblico per essere visitati. Qui si respira la vera Lecce antica, completamente ristrutturata, piena di animo. Se davvero doveste perdervi non esitate a chiedere ai passanti o ai proprietari delle case, saranno ben contenti di far valere il loro spirito del sud e indicarvi la retta via o addirittura accompagnarvi nel punto che desiderate.

Lecce non solo Barocco

Lecce, però, non è solo Barocco ma è una fucina di cultura, enogastronomia e storia. Passando da piazza Santo Oronzo, il patrono della città insieme a Giusto e Fortunato (che vengono celebrati in una bellissima festa patronale il 26 agosto), salta agli occhi l’anfiteatro romano. Questo piccolo colosseo ha ospitato più di 2000 anni fa le lotte fra i gladiatori anche se oggi è visibile solo per un terzo, gli altri due terzi sono sommersi nel sottofondo della città. Le gallerie che portavano alle gabbie dei leoni e agli androni dove si preparavano i combattenti sono ancora oggi presenti.

Anfiteatro romano di Lecce

Pasqua è il periodo ideale per visitare Lecce dove il clima mite primaverile si addice alle passeggiate fra le 4 porte della città. Lecce. La capitale del Salento è, infatti, una città a misura d’uomo e due giorni sono più che sufficienti per averne una bella infarinatura. Quindi quale miglior meta per trascorrere Pasqua 2020? Abbiamo detto 4 porte ma in realtà ne sono rimaste solo 3, e si va da Porta San Biagio a Porta Napoli per passare poi da Porta Rudiae fino a piazza Mazzini, meglio conosciuta come piazza trecentomila. Passeggiando per questa croce virtuale oltre ai monumenti, alle chiese e all’arte non si può non essere catturati dagli effluvi che la cucina salentina emana. E tra un piatto di ciciri e tria, uno di sangne ncannulate e un pasticciotto o un rustico passare Pasqua 2020 a Lecce sarà un vero motivo per leccarsi i baffi. Se volete conoscere ciò che nessuno sa e state già immaginando di trascorrere Pasua 2020 nel Salento, vi consigliamo di leggere il nostro prossimo articolo dove vi raccontiamo quello che i turisti non sanno.

I piccoli Borghi salentini

Il Salento è ricco di piccoli paesi, nella provincia di Lecce ce ne sono ben 99. Ogni paesino ha una sua caratteristica, ma ce ne sono alcuni che sono stati identificati tra i borghi più belli d’Italia. Tra questi spicca Specchia, con il suo centro storico fatto di stradine così strette da essere inaccessibili alle auto. Le strade sono comunicanti attraverso scalinate che percorrendole portano a scoprire dei panorami incantevoli. Vicino a Specchia e sempre nella parte del basso Salento troviamo Castro, che si divide in Castro alta e bassa. La prima fu fondata dai Romani, con il suo castello fondato per arginare gli attacchi dei Saraceni.

Il mare di Castro e i suoi faraglioni

La seconda si erge a strapiombo sul mare, “proprietà” dei pescatori che ogni mattina al sorgere del sole tornano dalla battuta di pesca e vendono anche ai passanti uno dei più buoni pesci del Salento. Per chi ama fare snorkeling questo è il posto adatto dove immergersi nel mare cristallino.

Risalendo verso Lecce passiamo da Nardò, la città salentina che ha subito le influenze di diverse popolazioni in passato. Si passa dal barocco di Piazza Salandra, romanico-gotico della cattedrale sede vescovile, fino ad arrivare alle influenze bizantine. Da sottolineare che la Biblioteca comunale contiene ad oggi piu di 20 mila volumi (sia scientifici, filosofici e teologici).

Prima di giungere nell’ultimo borgo di questo articolo, non possiamo non fermarci a visitare Galatina, il borgo dalle 5 porte. Nel centro della piazza principale si erge il Sedile, proprio come a Lecce, realizzato in pietra leccese che contiene le antiche leggi che governavano la città. Tappa obbligata e forse una delle chiese più belle del Salento è la Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, grazie ai suoi affreschi del tardo ‘300. Al ritorno della crociata in Terra Santa ed intitolata a Caterina, santa di cui era devoto, fu fatta costruire da Raimondello Orsini del Balzo.

Basilica di Santa Caterina d’Alessandria a Galatina

Andando su per il tacco dello stivale troviamo Acaya con il suo castello fortificato del XVI secolo costruito anche qui per respingere gli attacchi dei Saraceni.

Dove dormire, mangiare e rilassarsi

La posizione strategica del B&B Casa di Anita consente di visitare il Salento in lungo e in largo avendo tutto a portata di mano. Grazie alla sua posizione strategica, nel centro della penisola salentina, consente di raggiungere in pochi minuti tutte le maggiori località turistiche della zona. Adatte sia a famiglie con bambini che a coppie, le nostre camere sono dotate di tutti i comfort . Grazie ai nostri servizi in convenzione, vi consiglieremo i migliori posti dove andare a mangiare e se avete bisogno di un pò di relax facciamo proprio al caso vostro.

Colazione al B&B Casa di Anita: Dolci e Pasticciotti

Potete sognare un momento romantico con il vostro partner dando un’occhiata alle nostre offerte per il persorso benessere con la nostra SPA convenzionata. Massaggi, Bagno Turco, Sauna Finlandese, Doccia Emozionale, Doccia Cascata Cervicale, Vasca per camminata con idromassaggio e tanti altri servizi vi aspettano. Penseremo a tutto noi, renderemo la vostra vacanza a Pasqua nel Salento indimenticabile fatta di cultura, enogastronomia e relax.

Prenota o Fai un preventivo

 

Pasqua 2020 nel Salento: Otranto e Gallipoli

Pasqua 2020 nel Salento

Quest’anno la Pasqua è l’occasione per farsi un bel viaggetto rilassante. E dove andare se non nella patria del sole, del mare e del vento? Quale miglior modo per ricaricare le energie se non trascorrere la Pasqua nel Salento?

Cosa vedere a Pasqua nel Salento

La Primavera quest’anno secondo i metereologi sarà calda e resta una delle migliori stagioni per girare il Salento in lungo e in largo. Il clima è mite, la mattina l’aria è fresca e man mano che il sole sale allo zenit riscalda sempre di più la giornata, fino ad arrivare a sera dove è bello passeggiare e respirare il fresco famoso venticello del Salento. Il Salento una terra affascinante con tante diversità, con i suoi 99 comuni uniti dall’amore per il mare e del vino, offre davvero tanto da vedere in questa stagione. In questo articolo sulla Pasqua nel Salento vi presentiamo due città: Otranto e Gallipoli. Nel prossimo articolo andremo a conoscere più da vicino Santa Maria di Leuca, Lecce e i famosi borghi salentini.

Il castello Aragonese di Otranto e la sua Cattedrale

Partendo dal B&B Casa di Anita con la nuova superstrada si arriva ad Otranto in meno di 25 minuti. Sin dall’antichità la cittadina salentina è stata il porto dell’Italia sul Mediterraneo, tutte le civiltà della storia hanno attraversato questo borgo arricchendolo ad ogni passaggio. Passeggiando tra le stradine della città vecchia, si respira infatti il profumo di diverse culture e dei diversi popoli che hanno attraversato questa terra.

Castello Aragonese di Otranto

Entrando dalla porta Terra all’ingresso della città vecchia ci si immerge nel borgo antico fatto di piccoli viottoli con salite e discese. E’ il cuore della città fortificata dove aleggia la bellissima Cattedrale di Antonio Primaldo e dei suoi compagni, meglio conosciuta come Cattedrale dei Martiri di Otranto. Nel 1480 gli 800 abitanti della piccola cittadina salentina furono giustiziati dall’imperatore ottomano per essersi rifiutati di convertirsi all’islam. Nella chiesa è possibile vedere la cripta con i teschi degli 800 beati oltre al bellissimo mosaico pavimentale del XII secolo rappresentante l’albero della vita. Durante la passeggiata a Otranto è consigliabile fare una capatina al lago di bauxite, una vera chicca nota ai pochi e di solito non troppo pubblicizzata. Molte persone approfittano proprio della Pasqua trascorsa nel Salento per visitarlo. Si tratta di un piccolo lago immerso in una distesa rossa di rocce che devono il loro pigmento proprio alla bauxite. Da non perdere!

Gallipoli la città bella: la perla dello ionio

Gallipoli o meglio conosciuta come la perla dello ionio è forse la meta turistica più ambita dai giovani negli ultimi 10 anni. Molti si riversano in questa splendida cittadina anche durante la Pasqua e la pasquetta. Tanti gli eventi organizzati per Pasqua 2020. Distese di sabbia immense, discoteche e fiumi di musica fino all’alba hanno fatto si che l’ombelico del mondo si spostasse da Rimini in Salento.

Gallipoli, però, non è soltato giovani. E’ una sensazione idilliaca lasciarsi trasportare per le vie del centro storico che è collegato a terra tramite un solo ponte. Il mare con i suoi pescatori sono una delle maggiori attrazioni della citta bella. Non ha prezzo andare a comprare il pesce fresco la mattina alle 5 quando arrivano le barche dei pescatori. Si sentono le voci urlare, il richiamo del mare ti cattura e il profumo del pesce è inebriante. Il mercato del pesce è una delle attrazioni culinarie e enogastronomiche di Gallipoli, un vero spettacolo caratteristico, dove si può assaggiare al momento le prelibatezze freschissime appena pescate.

La città vecchia di Gallipoli

Nei dintorni di Gallipoli sorgono diverse città marine, come Santa Maria al Bagno o Santa Caterina. Questi piccoli borghi salentini offrono ristoranti per tutti i palati ma anche un mare cristallino. Le scogliere di Santa Caterina sono forse le più belle dello ionio, il mare sempre pulito e non si può non farsi una passeggiata asssaporando un buon gelato e inalando il profumo primaverile del mare in un giorno di festa come la Pasqua. I ristoranti per Pasqua 2020 iniziano già a preparare i menù a base di pesce, uno dei piatti da non perdere durante il vostro soggiorno nel Salento.

Dove dormire, mangiare e rilassarsi

La posizione strategica del B&B Casa di Anita consente di visitare il Salento in lungo e in largo avendo tutto a portata di mano. Consente di raggiungere in pochi minuti tutte le maggiori località turistiche della zona perchè ubicato al centro della penisola salentina. Le nostre camere, adatte sia a coppie che a famiglie con bambini, sono dotate di tutti i comfort. Grazie ai nostri servizi in convenzione, vi consiglieremo i migliori posti dove andare a mangiare e se avete bisogno di un pò di relax facciamo proprio al caso vostro.

Se volete scoprire come rilassarvi nel nostro centro benessere convenzionato, potete dare un’occhiata alle nostre offerte. Massaggi, Bagno Turco, Sauna Finlandese, Doccia Emozionale, Doccia Cascata Cervicale, Vasca per camminata con idromassaggio e tanti altri servizi vi aspettano. Renderemo la vostra  Pasqua 202 nel Salento indimenticabile fatta di cultura, enogastronomia e relax. Non vi preoccupate, penseremo a tutto noi.

Prenota o Fai un preventivo

 

Notte della Taranta a Melpignano – 24 Agosto 2019

Nel lontano 1998 fu instituita la Notte della Taranta a Melpignano, davanti solo a 5 mila spettatori. Pochi all’epoca conoscevano la tradizione salentina del tarantismo. Dopo ben 21 anni, la Notte della Taranta è diventato un evento mondiale itinerante fra i paesi della Grecia Salentina.

Notte della Taranta a Melpignano: Storia e Filosofia

Le radici dell’evento più atteso e più seguito dell’estate italiana affondano nella tradizione popolare della penisola salentina. Si narra che durante la raccolta del grano le massaie spesso venivano punte dal morso della tarantola. Per esorcizzare e far uscire il veleno che provocava gli isterismi, le donne “pizzicate” ballavano per giorni. Dal loro canto, gli uomini suonavano il tamburello come accompagnamento musicale.

Il simbolo infatti di questa tradizione è il tamburello su cui si disegna la tela della tarantola o la tarantola stessa.

Notte della Taranta a Melpignano
Tamburello del B&B Casa di Anita

Il festival della Notte della Taranta a Melpignano parte 15 giorni prima del penultimo sabato di Agosto. Fa poi tappa nei 15 comuni della Grecia Salentina, dove il tarantismo è molto più sentito. Si parte da Corigliano d’Otranto dove il festival apre il sipario. Per i successivi 15 giorni tocca i vari comuni fra cui Galatina, Soleto, Zollino, Carpignao Salentino. Il divertimento è assicurato in tutto il periodo di Agosto!

Dal 1998 il concertone finale ha acquisito dimensioni internazionali, la grande orchestra gira il mondo diffondendo queste note pizzicate dalla Cina agli Stati Uniti, da Londra a Tokyo. Daniele Sepe è stato il primo maestro concertatore, colui che dirige il concertone finale a Melpignano. Ma la Notte della Taranta a Melpignano ha avuto il suo boom grazie al grandissimo Stewart Copeland, al secolo batterista dei Police. Lui fu la cassa di risonanza per far conoscere a tutti questa meravigliosa festa dell’integrazione. Ed è proprio questo l’obiettivo principale del concertone finale: l’integrazione dei popoli attraverso il mix di suoni provenienti da differenti culture.

Notte della Taranta a Melpignano
Stewart Copeland alla Notte della Taranta nel 2003

Gli ospiti delle edizioni passate della Notte della Taranta

Sul mega palco di Melpignano si sono alternati artisti e maestri concertatori di grande spessore artistico, tutti felici di far parte del più grande evento dei tanti eventi che ci saranno nel Salento ad Agosto.

Dal 2004 al 2009, hanno fatto la storia Ambrogio Sparagna e Mauro Pagani che hanno elevato la caratura artistica e dato una loro impronta alla direzione artistica. Grazie a loro sono saliti sul palco ospiti del calibro di Gianna Nannini, Franco Battiato, Piero Pelù, Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Giuliano San Giorgi, Massimo Ranieri, Vinicio Capossela e il pugliese Caparezza.

Negli anni gli spettatori del concertone finale, totalmanete gratuito, sono cresciuti in maniera esponenziale. Ad oggi ormai il numero di presenze supera i 150.000 persone provenienti da tutta Europa. In questi anni tanti altri artisti sono passati su quel palco pizzicato, come Ligabue e Fiorella Mannoia per dirne alcuni.

L’edizione della Notte della Taranta del 2019

Nel concertone dell’anno scorso, quello del 2018, ha riscosso molto successo una canzone degli Apres la classe scritta appositamente per l’ultima tappa del festival: Kalos Irtate (in grico significa Benvenuti). Una poesia, mista italiano-grico, che narra lo strazio dei migranti e l’accoglienza e integrazione che il salento da sempre ha saputo dara a coloro che cercano una nuova vita.

Notte della Taranta 2019
Melpignano ex convento degli Agostiniani

Quest’anno l’edizione n. 22 del concertone finale cadrà sabato 24 Agosto. Il festival apre i battenti il 3 Agosto sempre a Corigliano d’Otranto. Fabio Mastrangelo sarà quest’anno il maestro concertatore che dirigerà l’orchestra della notte della Taranta nel piazzale dell’ex Convento degli Agostiniani. Guest star di quest’anno che contamineranno le note della pizzica salentina saranno Elisa e Gue Pequeno. Potete consultare l’elenco di tutte le tappe del festival e degli ospiti per ogni tappa al seguente link.

Notte della Taranta: dove dormire?

Naturalmente siamo di parte, ma non possiamo non consigliarvi il B&B Casa di Anita per la vostra vacanza nel Salento. Vogliamo essere onesti e vi consigliamo di leggere tutte le recensioni che i nostri splendidi clienti ci hanno lasciato sui vari canali: la pagina Facebook, Google e TripAdvisor. Chiamaci al 3298172639 per chiedere le disponibilità o prenota direttamente dal nostro sito qui.